Lo strumento Business Manager di Facebook

business manager facebook

Facebook Business Manager sono tre parole che avrai sicuramente sentito nominare se ti interessi, anche solo in parte, di social media e di come sfruttarli per il marketing e lo sviluppo del tuo business.

L’avvento di questa piattaforma messa a disposizione gratuitamente da Facebook ha cambiato il modo di gestire il lavoro per chi, come me, si occupa di costruire strategie di marketing sui social media.

In questo articolo ho quindi intenzione di spiegarti per bene cos’è il Business Manager, come configurarlo per utilizzarlo correttamente e quali figure professionali non possono proprio farne a meno.

Cos’è Business Manager di Facebook

Quando parliamo di Business Manager facciamo riferimento ad una piattaforma sviluppata appositamente da Facebook per la gestione delle pagine aziendali, quindi per chi vuole utilizzare i social media in maniera professionale e per chi vuole mettere in pratica le proprie strategie di marketing.

Possiamo definire Business Manager come un vero e proprio gestionale, che racchiude in un unico ambiente di lavoro tutti gli aspetti necessari alla gestione professionale delle pagine Social legate all’universo di Facebook (quindi anche Instagram per intenderci).

Quindi da questa sorta di cruscotto centrale, avrai la possibilità di gestire le attività delle pagine che controlli, potrai collegare l’account pubblicitario che permette la pubblicazione delle inserzioni, impostare il Pixel di Facebook e fornire anche l’accesso alla gestione a collaboratori esterni, funzione fondamentale sia nel caso di un’agenzia con i propri dipendenti, che nel caso di un’azienda che desideri farsi affiancare da un professionista per la strategia marketing sui social media.

Queste sono solo alcune delle possibilità che questo tool permette, andando più in profondità si scopriranno sempre nuove funzioni, perché la mole di informazioni che mette a disposizione Business Manager è davvero notevole.

Il parallelo più naturale e calzante è quello con Mcc (My Center Client) di Google Ads per la gestione delle campagne sul motore di ricerca: ecco, Business Manager concettualmente è molto simile, cioè uno strumento (gratuito, è bene specificarlo!) che permette di organizzare, gestire, programmare e monitorare le proprie strategie di marketing sui social media, e di farlo in maniera professionale verso i propri clienti.

Come accedere e configurare Business Manager

Partiamo dalle basi, cioè da come entrare in Business Manager per iniziare ad utilizzarlo.

Per farlo dovrai creare un account andando a questo indirizzo https://business.facebook.com/ e cliccando in alto a destra sul pulsante «crea account»

creazione account business manager
La schermata che ti troverai di fronte prima di aprire un Account Business Manager

A quel punto si aprirà una finestra in cui dovrai inserire i dati richiesti che saranno: il nome dell’utente, il nome dell’azienda e la mail dell’azienda.

Quindi per creare la propria entità di Business Manager è necessario avere già un account Facebook personale, perché la procedura richiederà di loggarsi per continuare nella creazione.

Richiedere l’accesso ad una pagina tramite Business Manager

Una volta creato il nostro account è il momento di popolarlo per iniziare a gestire tutte le attività che possiamo svolgere sulla piattaforma.

Per farlo possiamo iniziare a collaborare con delle pagine esistenti tramite il menu di Business Manager: dal pannello principale possiamo in «Impostazioni di Business Manager» e sulla barra di navigazione di sinistra selezionare Account e quindi pagine.

Ci apparirà quindi la finestra per indicare la pagina sulla quale vogliamo richiedere l’accesso, richiamandola tramite il nome o l’URL.

richiedere accesso ad una pagina con Business Manager di Facebook
I passi per richiedere l’accesso ad una pagina all’interno del proprio Business Manager: Dopo il tasto «aggiungi» è importante selezionare la voce corretta per richiedere l’accesso ad una pagina.

Qui bisogna fare una distinzione necessaria: questa procedura consente l’accesso ad una pagina ma non modifica in alcun modo la proprietà della pagina stessa, che rimane al suo legittimo creatore.

Infatti si deve distinguere in maniera chiara tra l’azione di aggiungere una pagina e quella di richiedere l’accesso ad una pagina: nel primo caso si ottiene la totale proprietà della pagina, con tutto quello che ne consegue anche a livello amministrativo.

Nel secondo caso invece si potrà agire sulla pagina solo limitatamente a quanto concordato con il proprietario: quindi quest’ultima situazione è quella consigliata per la gestione dei clienti, perché imposta in maniera più corretta il rapporto di lavoro tra chi richiede un servizio di Social Media Marketing e chi lo offre in maniera professionale.

Quindi l’assegnazione è l’azione più corretta quando si lavora per conto terzi e l’autorizzazione può essere concessa solo ed esclusivamente dal proprietario della pagina.

Aggiungere collaboratori al Business Manager

Altro passo importante quando configuriamo Business Manager è quello dell’aggiunta di eventuali collaboratori e anche in questo caso la procedura è semplice e molto simile a quella delle pagine.

Sempre dal menu ci dirigiamo verso «Impostazioni di Business Manager» e quindi alla voce Utenti > Persone. Cliccando il tasto aggiungi si aprirà una finestra da dove sarà possibile invitare la persona a collaborare sul nostro ambiente di Business Manager.

aggiungere collaboratore su business manager.
aggiungere collaboratore su business manager
Dalla voce «persone» si possono assegnare i ruoli che desideriamo affidare alla figura che aggiungeremo come collaboratore

Sarà possibile personalizzare in profondità i ruoli assunti da questo collaboratore, specificando di cosa si occuperà e andando poi ad impostare una per una tutte le azioni che potrà svolgere all’interno del Business Manager a cui viene invitato.

Anche questo tipo di configurazione è una delle basi per chi vuole svolgere professionalmente le attività di marketing sui social media: pensiamo ad esempio ad un’agenzia che può assegnare determinati compiti ad alcuni freelance, oppure ad un’azienda che vuole affidarsi ad un professionista solo per determinate attività come la creazione dei contenuti o la gestione delle inserzioni.

Cosa si può fare con il Business Manager di Facebook

Ma quindi in poche parole a cosa serve questo Business Manager e cosa ci consente di fare?

Chiariamo subito che non stiamo parlando di un mero contenitore che raggruppa le schermate già presenti, ma di un cruscotto da cui poter impostare tutto il necessario per gestire professionalmente un profilo Facebook quindi ecco le cose più importanti che si possono comandare direttamente dal Business Manager.

Gestire le inserzioni

Il cuore di Business Manager è nella schermata che monitora e gestisce le inserzioni che impostiamo per ogni singola pagina.

Da questa sezione avremo accesso a tutte le informazioni relative alle campagne attive e a quelle terminate: avremmo a disposizione i dati e le statistiche da analizzare, ma anche gli strumenti per creare gruppi di annunci relativi a nuove inserzioni da programmare e nuove campagne totalmente da zero.

Tutte le voci della dashboard della gestione inserzioni sono personalizzabili potendo quindi decidere quali dati visualizzare in base a quello che vogliamo sapere delle campagne di un determinato cliente.

Gestire il pubblico

Strettamente legato alla gestione delle inserzioni, Business Manager ci consente anche di agire direttamente sul pubblico al quale vogliamo indirizzare le nostre campagne.

Tramite la sezione apposito potremo vedere i pubblici già salvati e creare da zero la nostra Audience personalizzata con varie opzioni:

  • Creare un pubblico personalizzato partendo dalle cosiddette «Origini», come ad esempio il sito web o la stessa pagina di Facebook;
  • Creare un pubblico simile, cioè un’audience basata su un gruppo già esistente a cui possiamo variare alcune caratteristiche come ad esempio il luogo (utile se abbiamo targettizzato un pubblico per una determinata zona e vogliamo replicarlo per un’altra);
  • Creare un pubblico per un’inserzione speciale, quelle ad esempio relative ai partiti politici;
  • Creare un classico pubblico salvato, cioè che possiamo costruire ex-novo in base a tutte le segmentazioni che riteniamo necessarie.

Dalla schermata sarà poi possibile vedere la lista completa dei pubblici a nostra disposizione, filtrando quelli attivi al momento e riuscendo ad avere in un solo colpo d’occhio tutte le dimensioni delle nostre audience attive e non.

Gestire gli eventi

Nulla a che vedere con la creazione di eventi Facebook tradizionale.

Qui si parla di tracciamento delle azioni compiute dagli utenti. Per evento infatti s’intende proprio questo, riuscire cioè a misurare le volte in cui un utente compie una determinata azione.

Attraverso questa schermata sarà quindi possibile ad esempio gestire il Pixel di Facebook, strumento di cui abbiamo già parlato in un altro articolo, e che permette tra le altre cose di mostrare i nostri annunci solamente alle persone che sono già entrate in contatto con il nostro brand, tramite il sito internet ad esempio.

Ma la gestione degli eventi non si ferma al solo Pixel che ne rappresenta l’origine dei dati: da qui si possono impostare eventi estremamente personalizzati, chiamate conversioni, che ci permettono di tracciare gli utenti che compiono una determinata azione.

Se avessimo ad esempio un’attività in cui forniamo diversi servizi, tramite la creazione di eventi potremmo mostrare inserzioni mirate solamente a chi ha visitato la pagina di quel preciso servizio offerto.

Gestire Account pubblicitario e fatturazione

Naturalmente la piattaforma di Business Manager contiene anche tutte pagine relative alla gestione amministrativa delle nostre attività, quindi quello che riguarda l’account pubblicitario e la fatturazione delle nostre inserzioni.

All’interno dello stesso Business Manager è possibile aggiungere o escludere di volta in volta gli account pubblicitari che ci interessano, verificarne i metodi di pagamento e lo stato corrente della fatturazione, cioè quanto è stato speso e quando si dovrà pagare la prossima.

Tutte queste sono informazioni sensibili e pertanto quando si prende in gestione la pagina di un cliente non si accede al suo business manager ma di richiederà il semplice accesso alla pagina con il ruolo stabilito.

Quindi, chi dovrebbe utilizzare Business Manager?

Un professionista del settore, che vuole definirsi tale, deve assolutamente usare Business Manager per gestire il proprio lavoro.

Saper utilizzare questo strumento al meglio è davvero qualcosa che può dividere gli improvvisati dai professionisti del marketing sui social media.

Al momento però l’utilizzo di Business Manager non è obbligatorio per chi vuole promuoversi su Facebook o Instagram con inserzioni a pagamento, anche se la strada tracciata è quella di rendere questo strumento sempre più centrale.

È infatti capitato di vedere account di Business Manager auto generati da Facebook stessa, indizio che definirei molto probante riguardo le intenzioni future sull’utilizzo di questa piattaforma.

In definitiva il Business Manager di Facebook è uno strumento completo ma anche complesso, cosa che rappresenta un pochino il suo limite, rendendolo particolarmente ostico inizialmente anche i professionisti del settore.

Una volta presa confidenza con il gestionale però diventa una piattaforma irrinunciabile per chi vuole fare del social media marketing a livello professionale.

Per i neofiti, o per chi non ha tempo di seguire passo passo la parte social della propria attività, Business Manager sarà invece uno strumento difficile, che rischia di confondere più che aiutare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *