Pixel Facebook: cos’è e a cosa serve, in parole semplici

Pixel Facebook: cos’è e a cosa serve, in parole semplici

Quante volte lo hai sentito nominare e quante volte ti sei chiesto/a cos’è il Pixel di Facebook. In rete puoi trovare centinaia di tutorial avanzatissimi per configurare e installare questo aggeggio, ma oggi ti voglio spiegare semplicemente di cosa si tratta e a cosa ti può servire.

In questo articolo analizzerò, con parole adatte anche a chi ha poca dimestichezza con Facebook ADS e il web, i seguenti aspetti:

  • cos’è il Pixel Facebook
  • a cosa serve il Pixel
  • i benefici del Pixel
  • come configurarlo a livello base

Cos’è il Pixel di Facebook?

Il pixel è uno strumento, che viene messo a disposizione del tuo account pubblicitario Facebook, che permette di tenere traccia delle persone che visitano il tuo sito web mentre sono loggate su Facebook.

Questo cosa significa? Significa che se una persona (utente) visita il tuo sito e contemporaneamente ha una finestra del browser aperta su Facebook (con un account attivo ovviamente), il pixel tiene traccia della sua visita. Tale traccia viene mantenuta in modo anonimo da Facebook. Il dato che il pixel fornisce non è il signor Pinco Pallino ha visitato il tuo sito web, ma solamente che X persone nell’arco di un determinato tempo hanno visitato il sito.

Il Pixel di Facebook altro non è che un pezzo di codice da inserire all’interno del tuo sito web. Ops, scusami, fino ad ora non ti ho detto le condizioni fondamentali per poter sfruttare il pixel:

  • avere un account inserzionista su Facebook
  • avere un tuo sito web

Non entro nel dettaglio del contenuto del codice (ti riporto di seguito un esempio), visto che questa introduzione al pixel vuole essere davvero basilare. Per cui facciamo come se non avessimo competenze di programmazione HTML.

Pixel Facebook

Una bella serie di geroglifici in codice che non ti dicono nulla vero? Beh… neanche a me a dire il vero. Ci basti sapere che questo pezzo di codice viene personalizzato per ogni account pubblicitario di Facebook e contiene una stringa di 15 cifre univoca per ogni account. Questo sta a significare che un account può monitorare un solo sito? Teoricamente si. Praticamente ti consiglio di evitare di piazzare lo stesso Pixel su più siti, creerebbe solo confusione (a livello di pubblico intendo).

A cosa serve il Facebook Pixel?

In parte l’ho già detto nel paragrafo precedente: serve a tenere traccia delle persone che visitano il tuo sito web. Sai che novità… c’è Google Analytics. Ne hai mai sentito parlare? Bene, Analytics e Pixel sono due mondi completamente distinti.

Mentre Google Analytics tiene traccia, in modo anonimo ed aggregato, delle visite al sito, il Pixel Facebook consente di creare dei pubblici personalizzati, all’interno della piattaforma di Facebook, da poter riutilizzare per creare inserzioni sempre più mirate ed efficaci.

La vera potenza di Facebook e degli strumenti a disposizione degli inserzionisti è di poter parlare in modo diretto alle persone (clienti) che in qualche modo sono già entrate in contatto con noi attraverso tutti i canali digitali.

Una persona che atterra sul tuo sito perché ha fatto una ricerca su Google, probabilmente ha un interesse particolare verso ciò che hai da proporre (vendere) in termini di prodotti o servizi. Il problema nasce quando questa persona lascia il tuo sito web: come potresti riconquistarla e riproporre le soluzioni che la tua attività propone? Attraverso il Pixel, il pubblico personalizzato e Facebook ADS.

Grazie a questo piccolo pezzo di codice che, grazie a chi ti ha creato il sito web, sarà installato in tutte le pagine puoi anche creare delle azioni (dette conversioni) e monitorare tutto ciò che avviene nel sito. Quindi non solo le visite, ma anche acquisti, aggiunta alla lista desideri, checkout, ricerche interne ecc e fare delle azioni mirate di advertising su Facebook a seconda delle azioni che hanno compiuto le persone nel sito.

Perché devi installare subito il Pixel?

Vediamo a questo punto di riassumere i 6 motivi per installare subito il Pixel:

  • tenere traccia delle persone che visitano il sito web (in modo anonimo e aggregato)
  • creare dei pubblici personalizzati all’interno della piattaforma pubblicitaria
  • creare inserzioni in Facebook più efficaci e spendere meno soldi
  • monitorare le conversioni
  • fare azioni di Facebook Retargeting o Remarketing
  • è gratuito

Ho dovuto riportare dei termini talvolta tecnici. Perdonami. Nei prossimi articoli approfondirò i vari argomenti, per cui ti invito ad iscriverti alla newsletter o seguirmi su Facebook così non ti perdi le prossime puntate.

Come configurare il pixel

La configurazione del Pixel può essere eseguita in pochi semplici passi, anche perché il lavoro sporco lo deve fare il tuo web designer.

Prima di tutto devi andare nel tuo account inserzionista, in particolare al seguente URL https://www.facebook.com/ads/manager/, cliccare in alto a sinistra le tre barrette grigie e selezionare PIXEL.

Dove posso trovare il pixel facebook

A questo punto, clicca sul pulsante verde CREA UN PIXEL.

Creare pixel facebook

Dalla schermata successiva, seleziona COPIA E INCOLLA IL CODICE.

Installazione pixel

Il codice che hai copiato invialo via email al tuo web designer e scrivigli così “Incolla il codice del Pixel Facebook in tutte le pagine prima del </head>”. A noi non dice niente questa affermazione, ma per lui sarà un messaggio in codice chiarissimo.

Alla conferma che il pixel è installato, inizierai a vedere che il pixel si accende ad ogni accesso al sito web da parte di un utente simultaneamente loggato in Facebook.

pubblico personalizzato pixel

A questo punto dovresti iniziare a creare dei pubblici personalizzati, ma devo mantenere fede alla promessa iniziale, ovvero parlare in modo semplice del Pixel di Facebook. Sei arrivato in questa pagina e avevi solo sentito parlare (forse) del Pixel. Assieme abbiamo fatto un grande passo in avanti creando anche il tuo primo codice e facendolo installare. Non corriamo troppo. Per oggi basta così.

Per finire

E’ stato troppo difficile? Spero di no. Ho cercato di utilizzare termini di facile comprensioni per aiutarti a comprendere il motivo per cui non puoi vivere di Facebook ADS senza sapere cosa sia il pixel.

Anche la pagina che stai leggendo è monitorata dal mio Pixel di Facebook, per cui non arrabbiarti se un giorno ti riproporrò dell’advertising su Facebook. 😉

Sono stato utile? Dimostrami se hai apprezzato il mio lavoro. Puoi scegliere una, due o tre alternative:

Grazie e buon ADVERTISING.

Come scaricare pdf e costi delle fatture Facebook

Come scaricare pdf e costi delle fatture Facebook

Hai fatto le tue prime inserzioni con lo strumento pubblicitario di Facebook? Hai seguito tutti gli step per una campagna attraverso gestione inserzioni Facebook e ti sono arrivati gli addebiti? Bene, sappi che da Menlo Park (anzi dall’Irlanda) ti hanno mandato anche la fattura.

In questo articolo potrai imparare come:

  • scaricare i pdf e i costi delle fatture Facebook
  • come ricevere gli addebiti delle inserzioni e di conseguenza le fatture

Se sei un inserzionista Facebook e stai facendo attività di advertising in qualità di privato, tutto ciò potrebbe non interessarti, ma se stai operando in qualità di Partita IVA per promuovere la tua attività o quella di un tuo cliente, scaricare le fatture Facebook è un’operazione che DEVI fare ogni mese.

Vediamo insieme come.

Facebook e fatturazione

Dunque, partiamo dall’inizio: hai il tuo account pubblicitario Facebook, hai una Partita IVA, sei soggetto al regime fiscale italiano, ahimè. Welcome in the club.

La prima cosa di cui ti devi assicurare è di inserire tutti i dati per la corretta fatturazione all’interno del pannello IMPOSTAZIONI DELL’ACCOUNT PUBBLICITARIO. Lo trovi a questo link https://www.facebook.com/ads/manager/account_settings/information.

Account inserzionista Facebook schermata

Nel momento in cui inserisci la Ragione Sociale e la Partita IVA non puoi esimerti dal ricevere le fatture Facebook, registrarle e di conseguenza assolvere tutti gli obblighi di Legge, che sono:

  • versamento dell’IVA (la fattura arriva dall’Irlanda) a seconda del tuo regime fiscale
  • presentazione del modulo Intrastat 2 (mensile o trimestrale)

Quest’ultimo adempimento sembrava fosse stato eliminato dal 2017, in realtà non è così e ne ho parlato in un articolo dedicato a Intrastat Facebook a Gennaio.

Gestione fatturazione Facebook

Ci sono svariati metodi di pagamento delle inserzioni Facebook dai quali dipende la frequenza di emissione delle fatture:

  • al raggiungimento della soglia impostata
  • a fine mese
  • pagando subito

riepilogo pagamenti fatture Facebook

Puoi trovare queste impostazioni andando nel pannello FATTURAZIONE E METODI DI PAGAMENTO che trovi al seguente link https://www.facebook.com/ads/manager/billing/transactions.

Account inserzionista Facebook schermata

Scaricare le fatture Facebook in formato pdf

Vediamo ora dove scaricare effettivamente le fatture delle sponsorizzazioni Facebook. La schermata è la stessa sulla quale ci siamo posizionati al paragrafo precedente, ovvero FATTURAZIONE E METODI DI PAGAMENTO.

Passiamo però alla sezione in basso dove ci sono le Transazioni. Seleziona un periodo in cui ritieni di aver ricevuto degli addebiti quindi conferma. La schermata apparirà come segue:

fatture facebook

A questo punto puoi scaricare il pdf (cliccando l’icona sulla destra dell’ID) per poi passarlo a chi si occupa della tua gestione fatture (il tuo commercialista?).

fatture facebook download

Cliccando sul numero dell’ID transazione, puoi accedere al contenuto visuale della fattura Facebook e visualizzare nel dettaglio tutte le transazioni, gli importi, campagna per campagna e pagina per pagina (se acquisti advertising per i tuoi clienti).

Un piccolo consiglio: nella sezione NOTIFICHE che trovi alla pagina IMPOSTAZIONI DELL’ACCOUNT PUBBLICITARIO hai la possibilità di impostare un indirizzo email al quale Facebook invierà le fatture una volta emesse. Potresti farlo anche con gli account inserzionista dei tuoi clienti, inserendo il tuo indirizzo e-mail, raccogliendo tutte le fatture e inviandole una sola volta al mese.

notifiche fatturazione account inserzionista

A tal proposito ti invito a leggere anche il mio articolo che spiega come gestire le sponsorizzate con l’account inserzionista del tuo cliente.

Esempio di fatture Facebook

Ecco una fattura Facebook di esempio per capire come viene generata dal sistema. Come puoi vedere ogni campagna sponsorizzata rappresenta una voce con il relativo importo. Chi ti segue la contabilità sarà entusiasta di tutto ciò. La fattura in pdf che ricevi o scarichi dal pannello Fatturazione del tuo profilo inserzionista può essere anche di svariate pagine, quindi… buon divertimento. Per questo ti consiglio di non gestire le sponsorizzate dei tuoi clienti con il tuo account bensì con il loro. Sarà di loro competenza registrare le fatture di FB nonché espletare tutte le pratiche fiscali.

Esempio fatture Facebook in pdf

Scaricare fatture Facebook dal punto di vista fiscale

La fase più facile è superata, ora rimane l’aspetto fiscale. La Partita IVA di Facebook è irlandese, per cui, se hai compilato correttamente i tuoi dati aziendali, l’adempimento IVA lo devi espletare nel tuo paese.

A questo punto, come detto prima ci sono due diverse attività da svolgere:

  • versare l’IVA (tramite F24) o fare l’inversione contabile (Reverse charge) in base al regime fiscale in cui operi
  • registrare l’operazione comunitaria attraverso il modelli Intrastat-2

Posso immaginare che anche il costo di Facebook possano essere passati come spese pubblicitarie (fattura pubblicità, costi pubblicità Facebook), tuttavia, come ti dicevo nel post relativo all’Intrastat, non sono un commercialista ne ho competenze in economia e finanza. Tutto ciò che scrivo è sulla base di esperienze personali e su consiglio del commercialista (lo pago apposta…).

E per finire?

Spero che queste poche righe ti siano state utili per capire dove trovare le fatture da scaricare di Facebook e come comportarti quando acquisti inserzioni come agenzia per altri inserzionisti. Nel dubbio, manda sempre tutte le fatture inserzioni Facebook al tuo commercialista o a chi gestisce la contabilità in azienda, vedrai la felicità nei loro occhi quando vedranno come sono organizzate le fatture Facebook.

Se ci sono dubbi puoi lasciarmi un commento qui nel blog, iscriverti alla newsletter, oppure inviarmi una mail di richiesta all’indirizzo info@meedialab.it

BUONE INSERZIONI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi